lunedì 11 giugno 2018

Tra i colori del sole (di Giovanni Chianese)

Tra i colori del sole (di Giovanni Chianese): Era un granello di sabbia / nell'effimero suo presente / S'illudeva di non fallire / sulla strada del destino // A suon di carezze e baci / inconsapevole di minaccia / soavemente cresceva / sommerso dall'ingenuità // In fragranza di zucchero filato / sentiva

sabato 19 maggio 2018

Aspettando il sole (di Giovanni Chianese)

Aspettando il sole (di Giovanni Chianese): Eclisse di Sole alla collina / fumogeni i miei occhi assopiti / ove il buio ingoiando la luce / predomina negli anfratti dell'iride // Nero e impenetrabile / è questo collerico andamento / bacillo il mal sottile / che dolcezza ancora spegne // Pagine e pagine

mercoledì 2 maggio 2018

Nel diluvio del silenzio (di Giovanni Chianese)

Nel diluvio del silenzio (di Giovanni Chianese): Ero nel Paradiso di un ventre / e ora nel silenzio navigando / rovine vedo dall'alto dei cieli / Io sul Pianeta dell'Inferno / non cambia il mondo // Meteore son lacrime essiccate al vento / e grondante è il sangue su brava gente / che rosse ancor son le

venerdì 27 aprile 2018

Tra le ombre della vita (di Giovanni Chianese)

Tra le ombre della vita (di Giovanni Chianese): Fu luce al cielo / a spegnere il male / e lucernario si aprì / nelle notti a soffrire // Saette d'agonia / nella pioggia dei giorni / speranza risorge / tra i raggi di Sole // Follemente a cercarti / tra i vuoti dell'anima / Con Te nel cuore / fiamma d'energia

venerdì 6 aprile 2018

Ombre tra le stelle (di Giovanni Chianese)

Ombre tra le stelle (di Giovanni Chianese): Ombre nell'Universo / due cuori a fondersi negli abbracci / solo noi anche nel buio / a raggiungere le stelle / e al limite dell'impossibile / ancora andiamo con l'esigua energia // Noi a somigliarci negli occhi / in questa storia d'infinito amore / verità mai

sabato 24 marzo 2018

Il morso della coscienza - Poesia di Giovanni Chianese (Riflessioni)

Il morso della coscienza - Poesia di Giovanni Chianese (Riflessioni): Gravitando nel cuore dei dannati / macigno è il peso d'acida ulcera / che come magma ardente / neppur sa spegnere l'artico gelo // È cosi che il sole nasce buio / all'indomani tribolante / quando la luna tra le stelle / al planetario di una notte